Login Utente

Lo sapevate che … l’Italia è stato il terzo paese al mondo ad aver effettuato un lancio orbitale?

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Rappresenzazione artisitica del satellite San Marco BCasualmente una di queste notti ho visto su Rai Storia, uno di quei canali sperduti del digitale terrestre, un programma dedicato al “Progetto San Marco”. Naturalmente programmi del genere è giusto che vengano trasmessi su canali secondari e ad orari improbabili, in modo da lasciare spazio nei canali principali ai reality o a trasmissioni "fanta" scientifiche come Voyager.
Ebbene, all’inizio degli anni sessanta, grazie all’impegno del Prof. Luigi Broglio, si realizzò un programma di collaborazione bilaterale Italia - Stati Uniti per la ricerca scientifica e la sperimentazione spaziale.


Il progetto coinvolgeva il C.R.A. (Centro di Ricerche Aerospaziali, che oggi si chiama Centro di Ricerca Progetto San Marco) dell’università “La Sapienza” di Roma, il C.N.R. (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e l’Aeronautica Militare per l’Italia e la N.A.S.A (National Aeronautic and Space Administration) per gli Stati Uniti, l’accordo venne firmato a Roma il 7 settembre del 1962 dal Ministro degli Esteri italiano Attilio Piccioni e dal Vice Presidente statunitense Lyndon B. Johnson.
L’accordo prevedeva la formazione del personale Italiano, la fornitura (gratuita) dei vettori Scout ed un primo lancio da effettuare, da personale tutto italiano, nella base NASA di Wallops Island in Virginia.
Preparazione del satellite San Marco A per il lancio Il primo lancio (Satellite San Marco A) avvenne con successo alle 20:24 (UTC) del 15 dicembre 1964 da Wallops Island,  e l’Italia fu così il terzo paese al mondo ad effettuare un lancio orbitale dopo Unione Sovietica e Stati uniti, e il quarto ad avere un proprio satellite artificiale in orbita attorno alla Terra, dopo Unione Sovietica, Stati Uniti e Canada.
L’accordo prevedeva inoltre la realizzazione del poligono equatoriale Italiano “San Marco” (tuttora in funzione), in acque internazionali al Largo del Kenia (2°56” a sud dell’equatore) , composto da due piattaforme oceaniche, una per l’assemblaggio e il lancio dei vettori (piattaforma San Marco) e una più piccola per il controllo delle operazioni di lancio e messa in orbita (piattaforma Santa Rita).
Da questo poligono avvennero i lanci dei successivi 4 satelliti San Marco, San Marco B (26/04/1967), San Marco C-1 (24/04/1971), San Marco C-2 nel (18/02/1974) e il San Marco D/L /25/03/1988).
I cinque satelliti della serie, che vennero tutti progettati e realizzati interamente in Italia nei laboratori dell’Università di Roma “La Sapienza”, permisero di studiare: la densità dell'aria ad alte quote, in modo continuo e con la massima precisione; la temperatura e pressione dell'atmosfera; la composizione della stessa atmosfera attraverso uno spettrometro di massa; il profilo della densità elettronica della ionosfera; la temperatura degli elettroni; la localizzazione di irregolarità ionosferica; la concentrazione degli ioni e degli elettroni; l'analisi delle particelle ionizzate e delle loro velocità; il monitoraggio della radiazione solare; lo studio dei fenomeni dell'alta atmosfera e la loro influenza sul clima della Terra.
Lancio del satellite Inglese ARIEL V dalla piattaforma oceanica San MarcoInoltre dal poligono equatoriale vennero lanciati anche 4 satelliti Statunitensi (SAS-A, SAS-B, SAS-C, S.S.S) ed uno Inglese (UK-5 ARIEL). Il satellite SAS-A fu il primo a scoprire un buco nero.

 

 

Ultimo aggiornamento (Martedì 26 Luglio 2011 01:03)

 

HEADER  

 
#1 Giulio 2010-09-03 20:36
...bello: Rai storia lo guardo spesso, canale molto interessante, in realtà non sapevo che l'Italia era terza in un lancio orbitale ecc...

devo beccare la replica di questo pezzo!!!
 
 
+2 #2 Gianni 2010-09-04 18:26
Tutti questi studi avanzati per poi buscarci il nano.
 
 
#3 Giulio 2010-09-05 10:11
ahahah...
e chi sarebbe il nano? :sad:
 
 
#4 Saimon 2010-09-06 08:37
E non l'hai visto il satellite dentro il vettore per il lancio? Per quanto nano, anche togliendoli le scarpe, non ci cappidi li dentro, quindi non fa a lanciarlo!
 

Solo gli utenti registrati possono rilasciare commenti.

Cerca nel sito
Ultimi Commenti
Sondaggio

Vi piacerebbe avere a disposizione anche un Forum in questo sito?