Login Utente

Cielo profondo

Galassie che crescono “mangiando” gas

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

di Asi Press

La domanda sulle origini è da sempre quella più affascinante e dibattuta, un po’ in tutti i campi. Una ricerca italiana dimostra il funzionamento di uno dei meccanismi alla base della formazione di nuove stelle nell’ Universo primordiale.

La domanda sulle origini è da sempre quella più affascinante e dibattuta, un po’ in tutti i campi. Quella sulla formazione dell’ Universo e delle prime galassie, poi, è il rovello preferito da generazioni di cosmologi ed astrofisici, per non scomodare teologi e filosofi. Bene: fino ad ora tra gli scienziati circolava una “idea prevalente”. Vale a dire che all’origine degli oggetti più massicci dell’ Universo, come la nostra Via Lattea, ci fossero drammatici e spettacolari scontri fra galassie. Oggi però un lavoro pubblicato sull’ultimo numero della rivista Nature da parte di un team tutto italiano di ricercatori

Ultimo aggiornamento (Sabato 16 Ottobre 2010 17:58)

 

Scoperto il primo pianeta extrasolare potenzialmente abitabile: Gliese 581g

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Posizione della stella Gliese 581 e rappresentazione artistica dell'esopianeta Gliese 581 gLa notizia è del 29/09/2010 e sta rapidamente facendo il giro del mondo,  un team di “cercatori” di esopianeti, composto dagli astronomi dell’università di Santa Cruz in California e del Carnegie Institution di Washington, hanno annunciato la scoperta di un pianeta che orbita attorno alla sua stella nella “Goldilocks Zone”.
Goldilocks Zone è il termine che usano gli astronomi per indicare la zona di un sistema stellare in cui si trovano le condizioni ideali affinché si possa sviluppare la vita. Il temine fa riferimento alla ciottola di porridge della fiaba di Riccioli D’Oro (Goldilocks) e i tre orsi, e cioè ne troppo calda ne troppo fredda, quindi le condizioni ideali affinché si possa trovare acqua allo stato liquido.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 01 Ottobre 2010 13:43)

 

La Stella Polare

Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

La Stella polare è la stella più nota nel cielo notturno perché si trova nella stessa direzione del Nord ogni giorno dell'anno, usata dagli antichi popoli per orientarsi.  Di origine latina, la Stella Polaris significa " stella del nord". Pur essendo la stella più conosciuta, non è affatto la più luminosa: circa 50 altre stelle brillano più della Polare nel cielo... I Romani la chiamavano Navigatoria, " stella della navigazione". Dai Cinesi era conosciuta come il "Grande Regolatore Imperiale del Cielo", mentre in India veniva descritta come il perno dei pianeti. Tutte queste definizioni sono dovute al moto apparente di stelle e pianeti intorno al Polo Nord celeste, conseguenza della rotazione della Terra

Ultimo aggiornamento (Domenica 23 Maggio 2010 17:40)

 
Cerca nel sito
Ultimi Commenti
Sondaggio

Vi piacerebbe avere a disposizione anche un Forum in questo sito?